Romantische Strasse
&
Via Claudia Augusta

Viaggio a tappe
fra Würzburg (Germania)
e Bolzano
Home


 

 

 


bellitaliainbici in teoria non dovrebbe comprendere itinerari esteri ma questa è una eccezione in quanto la Via Claudia Augusta presente sul territorio nazionale ha la sua continuità attraverso l'Austria e la Germania per poi proseguire con il nome di Romantische Strasse sino a Würzburg.

Per questo motivo abbiamo dato continutà al percorso coprendo tutto il tracciato con diversi report suddivisi a tappe.

Per motivi logistici il percorso è stato iniziato in Germania con trasferimento dall'Italia fatto con treno+bici.


In questo report

4° tappa: da Feutchwangen a Nordlingen


Fremdingen


Lunghezza
Diff.
Dislivello
Fondo
Percorso
Pend. med./max.
Panoramico
Fontanelle
Punti ristoro
mio Voto
64 km
586 D+
626 D- m
Asfal/Sterr
Cicla/Strad
0,5% - 12%
✩✩
✩✩
✩✩✩✩
 

 


Dinkelsbuhl

 

 

 

 

 




Una parte del lungo tracciato che da Würzburg in alta Baviera arriva in centro all'Austria. Il tracciato della Romantische Strasse lungo 366 km parte da Würzburg e termina a Füssen in Germania.

Nel contempo sopra la città di Augusta a Donauwört inizia il tracciato denominato Via Claudia Augusta andando a sovrapporsi con la Romantische Strasse.

Nel nostro caso il tracciato attraversa l'Austria sino al passo di Resia proseguendo lungo la Val Venosta passando per Merano e con arrivo a Bolzano.

Ancora oggi non c'è la certezza sul tracciato, in particolare sul versante Italiano, in quanto vari studi ipotizzerebbero varie tracce come ad esempio il passaggio nel Cadore lungo La Piave per poi attraverso il Passo Montecroce di Comelico continuare in Val Pusteria per poi da Vipiteno proseguire verso il Brennero; mentre altri sostengono un passaggio fra Belluno, Feltre, Trento, Bolzano, Merano, Passo di Resia.


L'altimetria del tracciato: Una tappa di 64 km caratterizzata da un continuo sali e scendi. Le salite non sono lunghissime e nemmeno presentano dislivelli impossibili, ma avendo le bici appesantite da borse possono rivelarsi impegnative. Per cui occorre affrontare gli strappi con calma e salire con un rapporto molto leggero, intervallando soste o anche facedo qualche tratto a spinta, non è certo un disonore! In questa tappa ci si alza di 586 m D+ in salita e 626 m D- in discesa

v

 

IL PERCORSO

Questa è la quarta tappa si parte da Feutchwangen con arrivo a Nordlingen.

Rifornimenti idrici

Contrariamente a quanto si possa pensare in Germania è più facile trovare un WC o della birra che una fontanella per l'acqua e la stessa viene venduta a costi elevati se acquistata in bottigliette.


4° tappa - Feutchwangen - Nordlingen


La sera precedente abbiamo fatto un po' di bucato e fortunatamente tutti i vestiti sono asciugati. Partiamo alle 9.15 con un velo di nuvole che attenua i raggi solari.

Subito impegnati in una piccola salita, oltre la quale usciamo dal paese. Sbuchiamo in aperta campagna. Uno sguardo alle colline coltivate.




Superate poche case svoltiamo in un bosco. Il sentiero sterrato non presenta troppe asperità, inoltre, l'ombra degli alberi attenua il caldo e l'assenza di vento.



 

Quest'oasi di fresco si sviluppa su una serie di laghetti, popolati da carpe e altre specie ittiche, oltre a rane e salamandre.

 

Una ragazza porta il suo cavallo a farsi un bagno fresco, accompagnata da un simpatico Labrador.


Laghetto ricco di ninfee. Alberto si ferma a sentire il silenzio, interrotto dal gracidare di alcune rane sul bordo….


… appena Alberto si avvicina al laghetto, le rane smettono di gracidare e scappano in ogni direzione

Usciamo dal bosco e torniamo su stradine di campagna, tra ruscelli, salite e mandrie di vacche al pascolo.

La striscia nera che si vede sull'asfalto é una tecnica che ho visto usare in Austria-Svizzera- Germania. In pratica non appena si forma una crepa sul manto stradale la sigillano subito in modo che poi con le intemperie non si allarghi crendo poi delle buche e pare che funzioni perché di buche se ne vedono ben poche da loro.

Forse dovremmo imparare questa tecnica; perchè da noi invece si aspetta che si formino dei crateri per poi buttarci col badile dell'asfalto e alla prime piogge si è di nuovo punto a capo!

Del resto un detto popolare recita: Se non si rammenda il buchino poi diventa un bucone!

 

Oltre quelle colline c'è l'abitato di Dinkelsbuhl, dove abbiamo previsto di fermarci per pranzo

eccoci a Dinkelsbuhl. Gli ultimi km sono stati un po' difficili. La solita mancanza di acqua, il caldo e il traffico. Infatti, per un breve tratto abbiamo proseguito, obbligatoriamente, su strade poco trafficate.

Un laghetto popolato da pesci, anatre e altri volatili a ridosso delle mura medioevali

La via principale attraversa tutto il centro storico.



 

La Cattedrale tardogotica di San Giorgio.

Sul comignolo di una casa una cicogna ha costruito il nido.

Un altro scorcio della cattedrale. Sullo sfondo le case colorate del centro e ai piedi un drappello di gente intenta in una manifestazione

Dopo il pranzo visitiamo il centro storico, uscendo dalla via principale.


Si sa che dopo pranzo è bene non fare sforzi, quindi in salita meglio spingere, anche se una bici caricata a mo di mulo che sfiora i 30 kg non è certo una passeggiata!

Le mura con le torri di guardia che guardano a ovest: la Hagelsturm e la successiva Hertelsturm

La caratteristica Bauerlinsturm. La torre si trova sul lato est.

Nordlinger tor. Usciamo dal paese per la porta a sud che, come da tradizioni porta il nome della località verso cui è diretta la strada e che sarà la successiva meta

Dopo qualche km ancora sterrato. Oggi ci siamo imbattuti spesso in tratti di sterrato, nei boschi. Nella prima parte in querce e castagni... …

… per poi cambiare in larici

Nel nulla cosmico, un sorso d'acqua. Le nuvole all'orizzonte, oggi innocue, ma domani?

Sterminate campagne coltivate, poche fattorie e per diversi km non ci saranno centri abitati. Solo tanto silenzio e animali, per lo più germani, qualche rapace che ci svolazza sulla testa, un topolino, uno scoiattolo.

Finito lo sterrato iniziano le salitine e Debora si dimostra ancora una volta in formissima. Purtroppo manca sempre l'acqua. Al termine della salita io finisco il mio ultimo goccio.

Anche qui si vedono meglio le sigillature fatte sull'asfalto. Del resto costerà sempre meno che poi rifare tutto il manto, non vi pare?

Fortuna che dopo la salita c'è sempre la discesa, su una ciclabile appena asfaltata e su cui le ruote scorrono alla grande, Debora mi precede. Con la lente d'ingrandimento la si può vedere all'ingresso del boschetto, sulla curva che vira a sinistra

In questo specchio d'acqua ci sono pesci, germani e … due germani. Nel senso che due tedeschi sconfiggono il caldo con un tuffo in questo specchio d'acqua. Sullo sfondo l'ultimo baluardo prima di Nordlingen: Fremdingen

Una panoramica del paesaggio campestre circostante

Negli ultimi 5-6 km seguiamo la ciclabile vicino alla strada che ci porta a Nordlingen. Per una volta non arriviamo tardissimo e riusciamo a fare un po' di bucato.

inoltre, riusciamo a mangiare ad un orario decente. Usciamo dal centro storico e troviamo un caratteristico "ristorante" bavarese.

Ben saziati facciamo rientro verso il centro al tramonto.

 

  •  
Traccia GPX 

Vai alla tappa precedente

Vai alla tappa successiva

 


Conclusioni

Percorso piacevole per la presenza di zone boschive e più fresche, laghetti e molta fauna. Mi ha fatto piacere vedere realtà molto rurali e un uso agricolo della terra. Noi in Italia stiamo perdendo questa economia, sfruttando il terreno per costruire. 

Nella tappa precedente abbiamo acquistato dei sali che oggi ci hanno aiutato a tamponare l'assenza di acqua. Inoltre, prima di Dinkelsbuhl, abbiamo incontrato un supermercato in cui abbiamo acquistato acqua e un succo di frutta integrato con sali. Abbiamo anche sperimentato il riciclo della plastica: Abbiamo reso le bottigliette vuote in una macchina fuori dal supermercato e ci hanno reso 50 centesimi. 

 

 

buone pedalate a tutti, Outside

 

Un foto racconto di Cadore designe © 2020
pagina creata:18-03-2020
ultimo aggiornamento: 26-03-2020
Percorsi ciclabili - torna su
Ogni uso o sfruttamento dei miei progetti a scopo commerciale, senza un preventivo accordo scritto, é vietato. La riproduzione di questo sito in toto o in parte é vietata senza il consenso scritto dell'autore.

     

Info cookie »