Lombardia in bici

Da Zandobbio a Bossico

(BG)
Home


 

 

 

 

Un percorso ciclabile già fatto in parte e pubblicato a cui ho aggiunto una salita a Bossico con vista panoramica sul lago Sebino e Valcavallina

  

Una vista panoramica da Bossico, una amena località turistica con balcone naturale sul lago Sebino




Lago d'Endine - Sovere - Bossico


Lunghezza
Diff.
Dislivello
Fondo
Percorso
Pend. med./max.
Panoramico
Fontanelle
Punti ristoro
mio Voto
75km
1003m
asf/sterr
Cicl/strad
1% - 6%
✩✩✩✩✩
✩✩
✩✩✩✩

  

 

 

 

 

 

 

 

 


Il tracciato visto da Google Earth, come si vede si percorre tutta la Val Cavallina
costeggiando il lago d'Endine per poi salire verso Bossico



L'altimetria del percorso rivela il primo tratto pianeggiante di 26km con una pendenza media al 1% per poi affrontare la salita con una media al 6% e qualche strappo verso il 10%




IL PERCORSO

In totale sono 75km a/r di cui 52 in falso piano. Di questi 52km, 36km sono in ciclabile su pista dedicata mentre altri tratti sono su strade secondarie dedicate oltre a tratti non dedicati ma a scarso traffico. Alcuni brevi tratti della ciclabile sono anche sterrati.

La parte in salita nel tratto sino a Bossico ha sede stradale sufficientemente ampia per poi restringersi nella parte finale che sale verso le pinete dei sette colli.

La parte in salita verso Bossico é caratterizzata da scorci molto panoramici.



La Val Cavallina 

IL PERCORSO

Essendo questo percorso della Val Cavallina già ampiamente trattato in un precedente report,
non mi é sembrato il caso di farne un doppione, mi limiterò solamente a qualche foto nuova, mentre vi invito a visionare
questo report per approfondire l'argomento.


Sono passati solo tre anni dal precedente report e ripercorrendo questa pista mi sono reso conto che é rimasto tutto allo stesso stato di allora.

Mi sarei aspettato che i brevi tratti in sterrato fossero pavimentati come gli altri, che vi fosse una certa uniformità fra i vari pezzi di tracciato, ma evidentemente penso che le limitazioni sulle spese dei Comuni imposte in questi ultimi anni dal Governo, possano aver influito su questi aspetti, non d'ultimo la Spending Review.

L'impressione generale che ne ho ricevuto é stata quella di un certo abbandono delle cose!

Nella foto sopra un tratto con la sua brava pavimentazione colorata e tanto di staccionata sul fiume Cherio.

Alcuni cavalli in un recinto nei pressi di Brione



La ciclabile termina in località Brione dopo Casazza.
Vi consiglio di tenervi a mente questo bivio, perché il cartello che indica la ciclabile quando si affronterà il ritorno, lo troverete nascosto sulla vostra sx della strada da prendere e non di fronte a voi.

In sostanza nell'andata voi provenite dalla dx della foto e il cartello della ciclabile lo trovate sotto la pianta, poi voi dovrete all'intersezione svoltare a dx. verso Monasterolo

Logico che quando farete ritorno il cartello é impossibile vederlo! Avrebbero dovuto metterlo dal lato in cui ho scattato la foto!


Giunti in vista di Monasterolo vi consiglio di prendere la deviazione a sx verso il centro, e non proseguire diritti per la strada principale che va in salita.



Questa é la strada principale che attraversa Monasterolo, giunti in piazza in fondo a questa strada svoltate a sx sotto un arco e vi ritroverete sulla strada che esce a nord di Monasterolo.



Una foto che ormai per me é un classico quando arrivo a San Felice al Lago, questo é un galleggiante che si trova di fronte alla chiesa e questo è il Lago d'Endine con vista verso sud.


Proseguendo sino al termine del lago d'Endine si arriva a Gaiano. Al bivio, dove troverete una chiesa sulla vostra dx, si svolterà a sx verso Endine Gaiano e lì si girerà a dx sino Pian Gaiano dove svolterete a sx per Lovere/Clusone.

Giunti in località Varandino si svolterà a sx in direzione Sovere/Clusone.

Nella foto sopra uno degli ultimi tratti del lago d'Endine osservando la sponda opposta verso Endine Gaiano.




VERSO BOSSICO



Giunti a Sovere prendete questa strada in discesa e se fate attenzione, ad un centinaio di metri più avanti sulla vs. dx è indicata una ciclabile. E' un pezzetto che vi porterà sul ponte del torrente Borlezza.


Questa é la ciclabile che si discosta dalla strada principale e vi porterà al primo ponte in centro alla foto.



Scesi vicini al ponte alle vostre spalle si possono vedere due chiese.



Ed ecco i due ponti sul torrente Borlezza a Sovere.
Una volta attraversato il ponte ciclabile si svolterà a sx e giunti accanto all'altro ponte si svolterà a dx in direzione Clusone.


Il ponte stradale sul torrente Borlezza


Presa la strada che sale verso Clusone e Bossico, in breve ci si trova a guardare dall'alto verso il basso l'abitato di Sovere. A metà montagna sulla dx si vede anche il Santuario della Madonna della Torre


Particolare del centro storico di Sovere


Uno dei tornanti che occorre percorrere nella strada in salita che al ritorno si trasforma in un'ottima discesa, sempre con le dovute cautele!




Dopo circa 8km dall'inizio della salita si arriva alle prime case di Bossico



Vi consiglio di accostare e fermarvi ad ammirare il panorama della valle che porta alla piana di Clusone che si trova proprio in fondo in mezzo alla valle




Il campanile che svetta in fondo é quello di Clusone


Sempre da questo punto di osservazione, sotto, due asinelli si fanno compagnia. Si mettono in questa posizione fronte/retro per aiutarsi a vicenda a scacciare i fastidiosi insetti dai loro musi con il periodico movimento della coda del compagno!

Sull'altro lato della valle il Santuario della Madonna della Torre sopra Sovere.




Il centro di Bossico con la piazza principale dove sulla dx troverete il Municipio, di fronte la chiesa e a sx le Scuole.




Superata la piazza si esce dal centro per dirigersi verso il cimitero ed oltrepassato quest'ultimo si arriva a questo bivio che indica dei punti panoramici.

Io ho proseguito diritto verso la pineta dei sette colli



Mentre salivo ho incominciato a vedere alcuni scorci sul lago d'Iseo e Montisola



Senza dubbio vale la pena fare un po' di fatiche per giungere a godere questi panorami!


Proseguo sino ad arrivare in vista delle pinete dei sette Colli. Oltre, la strada prosegue ma è alquanto dissestata




Ad un certo punto incontrando un signore che se ne stava seduto sulla soglia di casa sua, gli ho chiesto se più avanti ci fossero dei punti più panoramici sul lago, ricevendo un no come risposta e valutando la strada in cattive condizioni ed anche sterrata, ho deciso di fermare l'ascesa e fare ritorno.

Ora non so se la sua fosse una risposta sincera, forse per evitare che la gente poi transitasse davanti a casa sua, e nemmeno posso sapere se in realtà più avanti vi fosse un punto più panoramico. Chi vorrà arrivare sino a qui potrà proseguire e sincerarsene di persona!

Giro la bici e faccio ritorno verso Bossico fermandomi per l'ultima volta a contemplare il paesaggio con i prati ben curati, il lago d'Iseo, Montisola, le montagne e le nuvole nel cielo. Dopo che sarò sceso a Sovere dovrò ripercorrere la Val Cavallina a ritroso sino a Zandobbio, il mio punto di partenza.

Da quassù posso vedere anche dove si trova la Val Cavallina, esattamente fra la "V " delle ultime due montagne a dx.

Da una parte vorrei trattenermi di più, ma vista l'ora tarda e i quasi 40km del ritorno, devo a malincuore lasciare questi panorami a chi ci vive quassù.


CONCLUSIONE

Ancora una volta un report modulare composto da una parte piana senza difficoltà ed una parte impegnativa in salita. Penso che ognuno può scegliere cosa fare in base alla sua forma fisica.

 

 

buone pedalate a tutti, Outside

 

Un foto racconto di Cadore designer © 2012
pagina creata: 10-09-2012
ultimo aggiornamento: 11-06-2015
Percorsi ciclabili - torna su
Ogni uso o sfruttamento dei miei progetti a scopo commerciale, senza un preventivo accordo scritto, é vietato. La riproduzione di questo sito in toto o in parte é vietata senza il consenso scritto dell'autore.

  

Info cookie »