Lombardia in bici

I colli della Brianza
Consonno e il Monte Barro

Home


 

 

Si tratta di un giro annoverato fra i classici della Brianza partenza da Santa Maria Hoé in direzione Colle Brianza, a Vergano una deviazione verso la salita a Consonno si ritorna a Vergano per poi scendere verso Bartesate e Galbiate e da li salita al parco del Monte Barro a 645m s.l.m con il conta chilometri fermo a 24,5Km, poi strada inversa con ritorno a Santa Maria Hoé per un totale di 39Km.

I laghi di Annone
 


La mappa stradale ricavata da Google Maps


Il profilo altimetrico/velocità elaborato con TrailRunner



Descrizione tecnica del percorso

Si parte da Santa Maria Hoé a quota 357m (io ho parcheggiato qui N45° 44.496' E009° 22.811' in via Giacomo Leopardi) prendendo la direzione Colle Brianza si percorre un tratto di 4,9km in salita con tornanti, pendenza media del 5% fino a Ravellino a quota 593m il dislivello è di 232m.

Da Ravellino a Vergano la strada spiana per 2,5Km. Dal Bivio di Vergano per Consonno ci sono 3km per arrivare alla vetta, pendenza media 6%, ma vi avviso subito che rilievi sulla strada hanno dato risultati del 13% per il primo pezzo e 17% per il secondo strappo. Qui il dislivello è di 189m, si scende poi a Consonno per circa 1,2Km al 15%.

Risalendo da Consonno c'è un dislivello di 111m per 1,4km al 15%.

Dalla cima della collina a 725m si scende fino a Galbiate sono 5,59Km pendenza media 6%.

Da Galbiate a 408m si sale al Monte Barro 645m 270m di dislivello, 3,47km con pendenza media al 7%, anche qui io ho misurato tratti al 13-15% e mi sa che ci sono strappi anche a maggior pendenza.

Per il ritorno ci sono ancora da fare 209m di dislivello per 5,2km

In totale sono 1011m di dislivello con 18km di salite con molti strappi fra il 13 e 17% , per questo motivo è più un percorso adatto a chi ha già un po' di allenamento. Il percorso l'ho fatto in 2h 30' , alla media di 14,7km/h

Sopra il percorso nel contesto geografico di Google Earth. Il monte Barro si trova in mezzo ai Laghi di Annone a sx, il Lago di Garlate a dx e sopra il lago di Lecco. A nord di Lecco la Grigna e a est il Resegone.



  

 

 

 


Dopo la prima sudata si ariva a Ravellino


Ingrandendo la foto sopra ho riconosciuto il rifugio SEC sul monte Cornizzolo, visto il contesto geografico vi consiglio di visionare il report sul Cornizzolo



Giunti a Vergano troverete l'indicazione per Consonno, preparatevi a cambiare rapporti perchè la strada inizia subito con uno strappo.

Giusto per curiosità mi sono fermato a misurare la pendenza di questo tratto, 13%

Guardandosi indietro lo strappetto iniziale, sullo sfondo il lago di Annone e il monte Cornizzolo

Sono sufficienti poche pedalate per arrivare ad una apertura sul panorama di Vergano e il Lago di Annone.

La strada sale a curve senza tornanti nel primo pezzo.

Una cascina e i Corni di Canzo sullo sfondo

Una strappetto al 17% e la collina punteggiata da alberi in fiore

Uno sguardo verso la Brianza del sud

Arrivati al tornante si può godere del panorama verso i laghi di Annone, il monte Cornizzolo, il sasso Malascarpa, il Monte Rai, i Corni di Canzo, la Grigna e più in primo piano il monte Barro , la meta successiva dopo Consonno.

Questo è l'unico tornante , dopo la salita la strada spiana un po'



Superata la salita dopo il tornante la strada spiana e si apre verso le cime frastagliate del monte Resegone



Quest'anno la primavera è giunta in ritardo







L'ultima salita, poi lo scollinamento verso Consonno

Dopo lo scollinamento il cartello del territorio di Olginate e l'indicazione di Consonno

Finalmente al termine del bosco ho un'apparizione, non vi preoccupate, non avete le traveggole, é un minareto in montagna! sono arrivato a Consonno


L'ingresso al paese fantasma di Consonno



Basta scendere ancora un po' per vedere alla sx il minareto e cupola annessa. Ora Vi chiederete cosa ci fa questa costruzione sulle nostre montagne, forse dovreste chiederlo ad un certo Conte Mario Bagno, dubito però che possa dare risposte!



Si scende ancora fino alla piazza principale, e ci si ritrova una costruzione non certo di ispirazione autoctona.



La chiesa di San Maurizio


Anche questa pagoda non è certo la nostra architettura

Consonno

Ecco cosa rimane del sogno megalomane di un uomo che voleva creare in piccolo una Las Vegas Italiana, e per fare questo pensò bene di acquistare un intero paese, per poi raderlo al suolo e costruirvi ciò che avete visto.

Se volete saperne di più la rete è piena di informazioni in merito, esiste anche un sito dedicato http://www.consonno.it



L'unica casa rimasta in piedi dopo la demolizione si trova accanto alla chiesa.



Un dettaglio dell'affresco, il numero civico è il n° 1



La chiesa di San Maurizio accanto all'unica casa rimasta



Una targa apposta sulla parete frontale della chiesa, a quanto pare pur essendoci stata la benedizione della popolazione, questa non ha sortito effetti positivi visto che qualche anno dopo il villaggio è stato abbattuto!



L'insieme chiesa e casa, l'unica memoria antica conservata



Scendendo sulla strada che porta al versante Lecchese si apre un panorama sul monte Resegone mentre la foto successiva è il panorma che si apre sulla dx, si tratta del corso dell'Adda




La vista all'ingresso di Consonno salendo dalla strada del versante Lecchese





Concludo la visita a Consonno con la fotografia al cartello posto al suo ingresso Lecchese:

"Qui a Consonno tutto è meraviglioso"

A ogni persona non resta che la sua considerazione personale!



Riprendendo la salita per il ritorno a Vergano, si aprono dei rari squarci fra la vegetazione sul Lecchese.





Quasi in cima al culmine si riesce anche ad intravedere il sottostante lago di Olginate, qui sotto il particolare. Ho visto che ci sono sentieri nel bosco su questo versante e può darsi che portino a dei punti panoramici fuori dalla vegetazione che permettano una visione sui laghi di Garlate e Oggiono.




Dopo lo scollinamento il ritorno al versante Brianzolo




Riguadagnata la strada del colle brianza ora non resta che dirigersi alla prossima meta, il Monte Barro che si staglia all'orizzonte




Dopo una veloce discesa si scende a Galbiate , arrivati a questa rotatoria basta proseguiri diritti e ancora diritti al successivo semaforo.




Arrivati a questa casa troverete due indicazioni per il monte Barro, prendete la strada alla vostra dx.



A questo punto seguite l'indicazione del cartello di color marrone



Se vi potesse servire subito dopo aver svoltato, sulla sx c'è un comodo parcheggio.




Proseguendo sulla strada arrivati allo stop svoltate a dx, e qui incomincia la salita, giusto per fare una misura in questo punto ho rilevato il 13% di pendenza, più avanti ci sono anche strappi superiori a questa pendenza.



Incominciando a salire si arriva al primo tornante, ecco lo sguardo verso l'inizio del lago di Annone



Guardando verso sx si apre il versante Lecchese dei laghi di Garlate in primo piano, e dopo la diga il Lago di Olginate da cui poi esce il fiume Adda. Consonno si trova giusto in cima al secondo rilievo sulla dx della foto.




Guardando verso dx come già scritto c'è il versante Brianzolo, e giusto per far comprendere , sulla sx della foto c'è il ramo della pianta che si dirama in tre rametti, ecco il punto della montagna che stà dietro è lo scollinamento che va a Consonno.



La strada sale per 3,5km e alla fine uscendo dal bosco si apre la vista verso i Laghi di Annone e Pusiano, ormai mancano qualche centinaio di metri.




L'arbusto sulla dx sta ad indicare la cima dove ho scollinato per Consonno, forse ora si comprende meglio, basta comunque osservare la cartina all'inizio.





Foto di rito, anche questa è fatta, almeno fin quassù, manca ancora la scalata del ritorno!





Il monumento degli Alpini



Poco sopra al belvedere ci sono varie aree dedicate ai picnic con panche, tavoli e annesso parco giochi per bambini, oltre a prati per sdraiarsi per una pennichella all'ombra.




Un breve riposo e spuntino per poi ritornare, come avrete letto e visto i panorami sono belli, le strade adatte a chi ha il giusto allenamento nelle gambe, il consiglio che mi va di darvi è quello di riuscire a trovare una giornata con leggero vento in modo d'avere una visuale più limpida all'orizzonte.

Dal belvedere se la giornata è buona si vedono anche gli altri laghi di Alserio e Montorfano.



 

CONCLUSIONI

Io le indicazione ve le ho date, ora tocca a Voi, buona pedalata!

 

 

 

buone pedalate a tutti, Outside

Un foto racconto di Cadore designer © 2009
pagina creata: 14-04-2009
ultimo aggiornamento: 31-05-2015
Percorsi ciclabili - torna su
Ogni uso o sfruttamento dei miei progetti a scopo commerciale, senza un preventivo accordo scritto, é vietato. La riproduzione di questo sito in toto o in parte é vietata senza il consenso scritto dell'autore.

       

Info cookie »